L’evoluzione del Retail: attrarre, coinvolgere e conquistare!

da | 2 Mar 2018

Come integrare l’esperienza del web nel mondo del retail e rendere il cliente protagonista.

centro commerciale Malmo

MALMO, SWEDEN – MARCH 17, 2017: space inside Malmo’s Emporia Shopping Center, the largest shopping mall in Scandinavia.Designed by architect Gert Wingardh

Innovazione Digitale e Retail: come essere competitivi ai giorni d’oggi

Oggi le persone sono costantemente sottoposte a stimoli grazie alla continua evoluzione tecnologica e alla facilità di accesso alla rete; gli smartphone sono ormai diventati la nostra porta verso un mondo fatto di dati e di stimoli visivi e sonori.

Con una facilitazione sempre maggiore a reperire informazioni sul web, anche la fase di acquisto si modifica: l’utente integra, al tradizionale acquisto in negozio, l’acquisto su store online e una preventiva ricerca sul web dei prezzi dei prodotti.

In questo contesto così competitivo, il punto vendita (PdV), per non perdere di importanza, deve necessariamente modificare la sua natura e trasformarsi da semplice luogo finalizzato alla vendita a luogo in cui il brand coltiva nuove relazioni con i propri consumatori e crea per loro esperienze uniche fatte, anche, di stimoli sensoriali.

Questo “marketing sensoriale” non è necessariamente finalizzato all’acquisto ma è orientato a trasmettere la brand identity che contraddistingue il marchio, così da fidelizzare il cliente e renderlo partecipe dello spirito aziendale.

Di pari passo alle innovazioni digitali, il negozio tradizionale si evolve diventando un canale complementare o di supporto ad un eventuale acquisto online.

Come evidenza il sondaggio dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Retail, si parla di “integrazione omnicanale tra il negozio e le iniziative digitale”.

shop Nike di New York, l'esperienza del cliente di running

New york. USA-January. 22 2015;Nike running concept store in NYC.Nike is one of famous sports fashion brands worldwide and it is one of the world’s largest suppliers of athletic shoes and apparel.

La grande sfida che si trovano ad affrontare i responsabili dei punti vendita così come i responsabili di reti franchising, allora, è quella di coinvolgere il cliente in un contesto di vendita sempre più digitalizzato.

Quali punti di forza usare?

Interior Design e Customer Experience nel Retail

L’importanza dell’interior design, legata all’architettura, è la capacità di scegliere gli allestimenti tenendo presenti i comportamenti e le reazioni emotive dei clienti e di rispecchiare il messaggio che il brand vuole dare di sé.

A seconda della tipologia merceologica del punto vendita (PdV) anche la comunicazione progettuale dello store si differenzia con elementi architettonici specifici per rispondere a sfide diverse.

Retail Fashion: essere al passo con i trend della moda

In questa tipologia di PdV la grande sfida è riuscire ad essere costantemente al passo con le tendenze della moda e offrire un’esperienza sempre nuova che coinvolga il consumatore nello spirito di brand.

In questo contesto trovano grande utilizzo le cornici luminose costituite da fasci led che cambiano colore o rivestite in tessuto backlit facile da sostituire e customizzare.

Questi espositori luminosi con tessuto personalizzato, grazie all’innovativa stampa ad alta risoluzione HP Latex, hanno una grande resa cromatica garantendo colori brillanti e resistenti ai raggi UV.

Altro prodotto che incontra le esigenze di cambio immagine del PdV è l’adesivo attacca e stacca (es. Neschen Easy DOT).

Questa tipologia di adesivi sono di facile applicazione su qualsiasi superficie piana anche dai meno esperti come il personale del punto vendita. Inoltre in fase di sostituzione l’adesivo rimosso non lascia residui di colla sulla superficie.

Retail GDO: grandi allestimenti per grandi spazi

I PdV di questa categoria sono caratterizzati da grandi spazi e generalmente suddivisi in diverse tipologie merceologiche:

  • food (freschi e alimentari);
  • no food (cura della persona, pulizia della casa, elettronica, pet store, ecc.).

Nel settore food si sta assistendo ad un’evoluzione in termini di comunicazione e fruizione degli spazi.

Un esempio sono i punti di consumazione veloce in loco, che permettono al cliente di vivere il punto vendita in modo alternativo offrendogli la possibilità di acquistare e gustare i prodotti offerti anche all’interno del PdV.

Passando agli arredi il nuovo trend ha come obiettivo quello di trasmettere sensazioni di genuinità con allestimenti retrò che prendono ispirazione dai negozi di una volta.

In quest’ottica di grande aiuto può essere l’utilizzo del Re-board®, un cartone alveolare rispettoso dell’ambiente con incredibili proprietà di resistenza, leggerezza e riciclabilità; grazie alle diverse texture disponibili riesce a conferire alla comunicazione le sensazioni visive e sensoriali ricercate in questa area merceologica.

Per quanto riguarda la tipologia merceologica del No Food, sono interessanti i progetti di interior design dei negozi del settore bellezza e cura della persona.

In questi PdV, rispetto alle altre tipologie di store finora trattati, l’esperienza personale ed unica del cliente rappresenta e rappresenterà in modo sempre più significativo la chiave per definire il giusto design.

In quest’ottica trovano grande utilizzo cornici display interattive e corner adibiti alla prova dei prodotti che consentono al cliente di vivere un’esperienza altamente personalizzata.

Un esempio di questa tendenza è rappresentato dal primo store KikoiD (iD – Identity), del marchio Kiko, aperto a Milano.

All’interno dello PdV oltre ai corner di prova con sedute per il trucco, le persone hanno la possibilità di personalizzare il proprio packaging al momento dell’acquisto.

Un’altra caratteristica distintiva di questa tipologia di PdV è la predominanza del monocolore: vedi a esempio il bianco per Kiko, il blu per Beauty Star e il verde per Isola dei tesori (Pet Store).

In store come questi in cui vi è un colore predominante, la definizione degli spazi può derivare dall’utilizzo di supporti adesivi contraddistinti da lavorazioni particolari come texture o effetti ‘touch’ tono su tono che consentono di rispettare il mood dell’ambiente differenziando gli spazi in modo creativo e poco invasivo.

Allestimenti Punto Vendita: Beaty Star - Isola dei Tesori

Allestimenti negozi – Beauty Star & Isola dei Tesori

In questa analisi sull’evoluzione del PdV, abbiamo approfondito le varie sfide che oggi giorno lo store si trova ad affrontare per tenersi al passo con la competizione derivante dal web.

Il negozio tradizionale deve “mutare pelle”: da luogo in cui accedere per il solo acquisto del prodotto a luogo in cui attrarre, coinvolgere e conquistare il cliente rendendolo partecipe dello spirito di brand.

Per fare questo è necessario l’utilizzo di materiali di comunicazione facilmente rinnovabili, trasformabili e dal forte impatto visivo in grado di esaltare il design del PdV per unicità e comunicazione.

Affidarsi ad un’azienda di stampa attenta alle innovazioni tecnologiche e ai trend della moda rappresenta, allora, una scelta strategica per il proprio business.